Neder, co-founder di Semplifai: Slash School è il top della formazione

Neder, co-founder di Semplifai: Slash School è il top della formazione

«Sono già un digital strategist con conoscenze avanzate, ma avendo creato da poco una startup volevo approfondire ulteriormente le mie conoscenze e imparare qualcosa in più che potesse consolidare ulteriormente le mie capacità».

Lui si chiama Neder Ghadhab co-founder di Semplifai, società che si occupa di strategia ed innovazione per far crescere le imprese. Ha «conosciuto Slash School grazie ad una sponsorizzata su Instagram. Così ho deciso di approfondire. Al primo incontro – ricorda Nedere – mi è stata offerta la possibilità di partecipare al corso di Web marketing individuale, con un tutor che avrebbe svolto le lezioni focalizzandosi totalmente su di me. Era quello che cercavo!»

«E così è iniziata la mia esperienza con Slash School. Ho conosciuto Sabrina Polcari, persona squisita, oltre ad essere una docente molto professionale. Insieme a lei abbiamo preso come caso di studio un cliente reale della mia azienda e abbiamo sviluppato nel corso delle varie lezioni una strategia ad hoc».

Che tipo di lavoro hai svolto con Sabrina?
«Il cliente in questione è una startup innovativa che commercializza eccellenze liguri su scala internazionale. Quello che abbiamo fatto è stato partire da un’analisi dello stato attuale, identificando le criticità, per poi passare a un’analisi delle opportunità e del mercato».

Continua…
«Dopo aver analizzato traffico, posizionamento, competitors, siamo passati all’analisi SWOT e all’identificazione delle target personas per i mercati b2c e b2b. Fatto ciò abbiamo strutturato un piano editoriale per i social, non solo teoricamente ma anche praticamente».

Il tuo progetto, quindi ha preso corpo.
«Sì. Abbiamo realizzato tutti i contenuti per poter avere una linea guida sia per me, che per chi seguirà poi il progetto all’interno della mia azienda. Sono stati realizzati 2 funnels di vendita per i 2 segmenti di mercato (b2c e b2b), ipotizzando una strategia che comprendesse Facebook, Instagram, Google e LinkedIn come canali di traffico. A tutto questo abbiamo unito degli automatismi (carrelli abbandonati, attività di nurturing, strategie di upsell e cross sell, ecc.)».

Il risultato qual è stato?
«Il risultato? Un progetto davvero ben strutturato, organizzato in maniera efficace grazie anche alla possibilità di confrontarmi con un’altra professionista e lavorando allo stesso tempo in maniera piacevole e divertente. Il progetto è piaciuto anche al cliente che ha ben accolto la proposta e nutre grandi aspettative sui risultati».

Consiglieresti Slash School?
«Assolutamente sì, non solo per le capacità professionali ma anche per quelle umane delle persone con cui mi sono confrontato».

Non è presente nessun commento.

Lascia un commento